U
n’importante porzione del nostro territorio è dedicato alle aree protette: il parco Nazionale dei Monti Sibillini, la Riserva Naturale dell’Abbadia di Fiastra, la Riserva Naturale della Montagna di Torricchio, 6 foreste demaniali, 39 Aree Floristiche e 6 Oasi di protezione della fauna (Monte Fietone, Laghetti di Porto Potenza Picena, Lago di Polverina, San Vito Arcofiato, Lago delle Grazie e lago di Castreccioni).

Tra le nostre più suggestive proposte...

 

Bolognola

  
Prati di Ragnolo

  
A non molta distanza dalla Gola del Fiastrone, si trovano invece i Prati di Ragnolo, meta obbligata per tutti gli appassionati di botanica, poichè vi fioriscono essenze floristiche rare, vistose ed endemiche, come la genziana maggiore.


  

Camerino

  
Oasi di Polverina

  
L'Oasi, che si estende per 241 ettari e interessa il territorio di tre comuni (Camerino, Fiastra e Pievebogliana), tutela la fauna che ha colonizzato il lago artificiale formato con lo sbarramento del fiume Chienti. Oltre all'ambiente lacustre l'oasi comprende un tratto di fiume e un'ampia area di paesaggio agrario ricchi di fauna e testimoninze storiche. Caratteristica è la presenza, soprattutto nel periodo invernale delle migrazioni dell'airone cenerino, dello svasso maggiore, della garzetta e del cormorano. In primavera e in autunno è area di sosta per diverse specie di rapaci e di altri uccelli protetti.


  
Oasi di San Vito Arcofiato

  
Il territorio tutelato, circa 526 ettari, ricade nel comune di Camerino e rappresenta il paesaggio tipico dell'alta collina marchigiana con alternanza di boschi di latifoglie (prevalenza di roverella, carpino nero, cerro e orniello) e coltivi. La fauna è ricca e diversificata con la presenza delle specie caratteristiche degli ecosistemi forestali e dei paesaggi agricoli tradizionali. Nel bosco è possibile osservare tra i rami degli alberi le evoluzioni dello scoiattolo e scoprire la presenza del capriolo o dell'elusiva puzzola. Numerosi sono gli uccelli che frequentano l'area: picchi, cince, tordi, ghiandaie, oltre al gheppio, comune tra i boschi, la poiana, il falco pennacchiolo, il lodolaio, il biancone.


  

Castelsantangelo sul Nera

  
Ecocentro “Il Cervo”

  
Grazie ad un progetto di reintroduzione del Parco, il cervo è tornato a vivere sui Monti Sibillini, dopo quasi duecento anni. Per favorire la conoscenza di questo straordinario ungulato è stato creato, a Castelsantangelo sul Nera, l’ecocentro “Il cervo” che si compone di due strutture distinte e complementari: il Centro Visita ed il Centro Faunistico.


Il “Centro Visita” è caratterizzato da un suggestivo percorso tra diorami, cioè ricostruzioni di ambienti naturali realizzate artigianalmente con l’uso di materiali sintetici, naturali e preparati tassidermici (animali imbalsamati trovati morti), che fa vivere al visitatore gli ambienti più tipici del Parco e conoscere la fauna che ospitano: la faggeta d’inverno, il bosco in autunno, il fiume, le sorgenti e gli ambienti di alta quota. L’acquario per anfibi e un plastico dei Monti Sibillini completano il quadro degli allestimenti, mentre pannelli didattici e numerose fotografie offrono informazioni e sensazioni che potranno essere pienamente vissute solo negli ambienti del Parco. Il "Centro Faunistico" è invece una vasta area recintata, raggiungibile a piedi dal centro visita, in cui sono ospitati diversi esemplari di cervo in condizioni di “semi-libertà”. L’area infatti grazie alle caratteristiche e modalità di gestione fa sì che i cervi possano mantenere comportamenti e abitudini – anche nell’alimentazione e nella riproduzione - molto simili a quelle naturali. Il centro ospita anche caprioli e voliere per animali trovati feriti, come poiane, gheppi e civette, che grazie alle cure potranno forse tornare liberi in natura.

  

Cingoli

  
Bosco Tassinete

  
La Macchia delle Tassinete è così chiamata per la presenza del tasso. Gli agevoli sentieri rendono la zona favorevole a piacevoli passeggiate durante le quali è possibile ammirare volpi, scoiattoli e ghiri. Il bosco richiama, ogni anno, i turisti amanti della natura, appassionati di passeggiate e di escursioni in mountain bike.


  

Potenza Picena

  
Area naturalistica dei Laghetti

  
L'Oasi dei Laghetti di Porto Potenza Picena e la limitrofa area floristica sono le aree protette presenti lungo la costa, istituite per la protezione dell'avifauna acquatica e la conservazione dell'arenile e dell'ambiente dunale